Regioni

La cucina Greca

La gastronomia greca è di antichissima tradizione ed è una tipica cucina mediterranea che si avvale quasi esclusivamente di prodotti mediterranei tipici, quali l'olio d'oliva, la carne d'agnello, il pesce e le ottime verdure: le zucchine, le melanzane, i pomodori, i peperoni in particolare.

In Grecia non c'è l'abitudine del primo piatto, ed al suo posto vengono serviti i "mesèdes", antipasti a base di olive nere, sottoaceti, acciughe, salami, involtini di riso o di carne tritata. A coloro che già si chiedono se troveranno il  pane in Grecia rispondiamo, certamente. Il pane è stato sempre importante per i Greci e (come per gli italiani del resto!) nessun pasto può essere concepito senza di esso. Per anziani in particolare, che hanno sofferto la fame durante le guerre, il pane è l'alimento principale dell'alimentazione.  Il pane greco oggi più conosciuto è di certo la pita, di farina integrale. E' un pane facile e veloce da preparare. Perfetto da farcire, da mangiare semplice o con un filo d'olio sopra.

Mangiare in Grecia è una occasione di socialità fondamentale. Le razioni sono abbondanti e i pasti luculliani, quasi a esorcizzare qualsiasi futuro negativo, pensando solo al presente. Il tutto in assoluta calma. Si mangia piano, senza  fretta e alla fine del pranzo di festa gli uomini, ma anche le donne, si saranno sciolti con un po' di vino e liquori tipici e cominceranno a cantare e a ballare. Sembra uno stereotipo, ma non è così.  I Greci sanno apprezzare il buon mangiare, la compagnia, l'allegria.

Come si è detto la cucina greca ha una lunghissima tradizione. L'arte culinaria si può dire è nata nella penisola greca e nelle colonie della magna Grecia, che tanto hanno influenzato i costumi del nostro sud Italia.  I cuochi greci erano molto richiesti e ben pagati dai ricchi romani. Una cosa molto curiosa è che il cappello bianco che oggi caratterizza gli chef di tutto il mondo è nato proprio in Grecia. Nel medioevo i cuochi che lavoravano nelle cucine dei monasteri greci erano soliti indossare alti cappelli bianchi per distinguersi dai monaci che indossavano cappelli alti ma neri ed ecco che da qui si è diffusa l'abitudine del cappello dello chef.

Fra i piatti principali meritano una menzione particolare la "moussakà" un pasticcio di carne e melanzane in cui gli strati di melanzane sono conditi con ragù di carne, ricoperti di besciamella e cotti al forno; i "souvlaki", spiedini di carne e verdura; i "dolmades", foglie di vite ripiene di riso, cipolle e pomodoro con erbe aromatiche; la "tyropitakia", formaggio fuso al forno in piccoli triangoli di pasta sfoglia. Celebri sono le insalate, fresche e gustose; famosa è l'insalata greca "choriatiki" a base di pomodoro crudo, olive, peperoni, cipolle fresche a fette, pezzi di formaggio feta (il più famoso tra i formaggi greci, fatto con latte di pecora, saporito e forte. Numerosi sono i piatti a base di  pesce preparato arrosto, fritto, al forno o in zuppa.

 Un altro ingrediente tipico, che non manca mai sulla tavola greca è lo yogurt, servito di solito con frutta secca e miele o impiegato per la preparazione delle salse, come il "tzatziki", yogurt lavorato con cetriolo, aglio e olio (nella foto a sinistra un'abbondante ciotola di salsa tzatziki.

La cucina greca é una cucina appetitosa, che spesso viene rallegrata dall'inconfondibile sapore della retzina, il caratteristico vino bianco greco (retzina significa resina. A questo vino particolare difatti viene aggiunta resina durante la fermentazione per allungarne la conservazione. Pensate che tracce di resina sono state ritrovate in anfore antichissime dove veniva conservato il vino). Tra le bevande in Grecia che sono diffuse anche la birra (la birra Mytos, una birra bionda molto celebre da queste parti), il vino roseé, il vino moscato e il brandy  (famosa è la marca Metaxa). E prima di mangiare un pasto abbondante non si può non assaggiare l'ouzo, tipico aperitivo a base di anice. Per il caffè obbligatoria una sosta al Kafenion,  il tradizionale caffè greco.

Infine i dolci tipici della Grecia. I primi dolci greci di cui si ha notizia nella storia della Grecia sono quelli offerti gli Dei.  Sembra che quasi ogni divinità avesse il suo dolce preferito: ciambelle a forma di mezza luna venivano offerte ad Artemide, dolci con miele e sesamo venivano consumati durante le feste in onore di Dioniso, dolci a forma di lira erano dedicati ad Apollo... Il miele era e resta l'elemento principale della pasticceria attuale, insieme ai semi di sesamo, alle noci e alle mandorle. I dolci greci hanno gusto deciso e anche se non c'è il miele sono in genere molto zuccherati.

I quattro segreti della cucina greca sono: ingredienti freschi, un sapiente equilibrio di erbette e condimenti, il famoso olio d'oliva greco e preparazioni semplici. Possiamo aggiungere a queste cose un ingrediente universale, fondamentale in tutto, anche per cucinare, l'amore nel farlo.

Per chi volesse cimentarsi personalmente nella preparazione di qualche prelibatezza tipica della Grecia, eccovi allora alcune semplici   ricette greche, in particolare salse, pita, dolcetti ecc.


Share with friends